Risultati immagini per raccontami di te maria chiara monacoChe il web sia ricco di insidie è cosa risaputa così come sono spesso gli adolescenti a patirne gli effetti. Chiara non è da meno e quando “incontra” Francesco si lascia andare, abbattendo tutte (o quasi) le barriere. Sfruttare lo schermo di un cellulare per raccontare ciò che non si è o forse ciò che non si è riusciti a essere, è un comportamento non solo disonesto ma anche sintomo di disturbi psicologici che necessitano di lunghe sedute di analisi. Raccontami di te è una lettura dedicata ai giovani di oggi, sia per conoscere meglio l’universo virtuale del quale sono cittadini a pieno titolo, sia per relazionarsi con una delle problematiche più importanti del nostro tempo.

 

Devo dire che inizialmente questo libro mi è sembrato banale, essendo che si apriva con il tipico scenario: ragazzina problematica con i genitori che non vanno d’accordo, esclusa da tutti e senza amici. Sono proprio questi fattori a portarla, un po’ per curiosità, un po’ per gioco, ad iscriversi ad un’applicazione di incontri; è proprio lì che “conosce” Francesco, ragazzo al quale darà il suo numero di telefono e con il quale inizierà una sorta di relazione, sempre che si possa definire tale! Con un messaggio dopo l’altro inizia a costruirsi il loro rapporto, che darà più autostima e coraggio di affrontare determinate situazioni a Chiara. A complicare le cose ci pensa Giacomo, un ragazzo conosciuto sull’autobus, simpatico e dallo sguardo dolce, che porterà i due protagonisti ad allontanarsi; alla povera Chiara però non ne va bene una, e si ritrova tristemente a constatare che Giacomo non è la persona che dice di essere.

A consolarla c’è sempre Francesco che, pur da dietro ad uno schermo, riesce a rassicurarla e a farle dimenticare la sua breve “storia”, parlandole dei suoi frequenti viaggi e delle sue partite di pallavolo. Da qui in poi il ragazzo inizia a dare dei segnali, che però la ragazza non coglie: quando per Natale lei vorrebbe spedirgli un regalo, lui si rifiuta di dare l’indirizzo e, in altre occasioni sembra sviare determinati argomenti, quasi a voler proteggere la propria identità. Identità che, tra l’altro, è del tutto falsa: dell’atletico giocatore di pallavolo che dice di essere in realtà non c’è neanche l’ombra; pur rendendosi conto di aver fatto una cosa davvero sbagliata, il ragazzo non riesce a rivelare la sua vera identità a Chiara, che intanto è sempre più attratta da lui.

Morale della favola?”Raccontami di te” ci insegna che non bisogna mai fidarsi di chi si incontra su internet, perché niente è come sembra e dietro ad uno schermo non si può di certo avere una chiara idea sulla persona che si ha di fronte. So per certo che ve lo sentite dire continuamente, ma non è mai abbastanza! L’autrice riesce abilmente a ritrarre le insidie di internet, arricchendo il tutto con numerose riflessioni strappalacrime, che conferiscono al libro un tono più serio.

Quindi nonostante l’iniziale titubanza posso affermare che è un libro che vale la pena di essere letto: certo, molte volte mi sono leggermente annoiata nel leggere le numerose chat dei protagonisti, ma il messaggio che traspare oltre alla vicenda è riuscito a convincermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.